Sabato, 02 giugno 2007

Giovedì sera ho seguito la puntata di Anno Zero che si occupava del documentario della BBC “Sex crimes and Vatican”. E’ stata una sofferenza immensa.

Possedevo già il video da qualche settimana avendolo scaricato da google video, ma dopo la visione dei primi cinque minuti rimandavo di vedere il resto di giorno in giorno. Evidentemente c’era una paura recondita in me, quella di scoprire direttamente alcune vicende terribili che riguardavano la mia Chiesa Cattolica. Sapevo della storia dei preti pedofili americani e di qualche altro episodio, ma forse abitava in me il rifiuto di assistere a testimonianze dirette da parte di persone che avevano subito violenze sconvolgenti.

               Ho visto però Anno Zero e il disagio provato è stato grandissimo. Prima di tutto per le afflizioni fisiche e le umiliazioni morali subite dalle vittime, poi perché non riuscivo a capire perché la Chiesa ha cercato di coprire quelle vicende gravissime, invece di agire con determinazione nei confronti degli autori dei crimini evitando che gli episodi si ripetessero e tutelando così i bambini e le comunità.

 

La trasmissione, aldilà di quanto si potesse immaginare prima, pur nella sua drammaticità non avuto eccessi, non è stata quell’attacco alla Chiesa che molti disegnavano. Anzi, penso proprio che aver portato a conoscenza dell’opinione pubblica alcuni fatti non possa che fare bene alla Chiesa perché la costringerà ancor più a riflettere ed a adottare, di fronte a crimini così abietti, reazioni più decise.

La Chiesa non è stata sminuita nell’autorevolezza della sua missione. Conosciamo il bene che fa in tutto il mondo, sempre in prima linea nella diffusione della solidarietà ed a sostegno e difesa degli ultimi. Penso anzi che un’altra trasmissione in prima serata andrebbe dedicata alla Chiesa missionaria, ai tanti sacerdoti innamorati del Vangelo e impegnati nel suo annunzio sino al sacrificio della vita. Proprio per questo, però, non è tollerabile la copertura interna di comportamenti abominevoli che violano proprio i più deboli ed indifesi: i bambini.      

Monsignor Fisichella, ospite della trasmissione, ha definito “criminali” quei preti che si sono resi responsabili degli episodi di pedofilia e ha aggiunto che non sarebbero dovuti mai diventare sacerdoti. Queste affermazioni sono pienamente condivisibili. Ma perché allora la Chiesa non si è comportata coerentemente? Perché, invece di adottare dei semplici provvedimenti di trasferimento da una parrocchia all’altra, non ha scomunicato e allontanato da ogni comunità quei preti, come peraltro ha fatto con alcuni teologi per motivazioni molto meno importanti e solo per aver espresso delle posizioni dottrinali “poco ortodosse”? 

La Chiesa ha il dovere e la responsabilità morale di fare pulizia, perché i preti pedofili tradiscono la loro missione e i loro stessi fratelli, perché abusano della debolezza di persone innocenti e della fiducia che si riconosce loro, perché violano per sempre l’anima e la dignità di coloro che hanno ricevuto in affidamento. Tale dovere e tale responsabilità non contrastano con la misericordia perché questa si manifesta nella capacità di esser vicino ad ogni uomo, anche nelle sue miserie, ma non esclude, anzi impone, l’urgenza di tutelare le vittime e di evitare che altre persone subiscano.

Come credenti e cattolici dobbiamo pretendere questa pulizia. Gesù in Matteo 18, 5-6, in una delle affermazioni più dure della sua predicazione dice: 5E chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio accoglie me. 6Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli si fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare”.

 
Pin It

_______________________

adotta un bambino a distanza

________________________

 

 

 

 

CHIESA EVANGELICA VALDESE


 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per leggere

Tiberio Bentivoglio

C'era una volta la 'ndrangheta

Ricordi e desideri di un uomo che la conosciuta

 

Tiberio Bentivoglio, usando la finzione di un racconto ad un suo nipotino, prefigura un futuro in cui la 'ndrangheta è finalmente sconfitta dallo Stato. E' un desiderio che è espressione della forza d'animo con la quale da anni si oppone alla vigliacca prevaricazione mafiosa. (10 settembre 2021)

________________________

Tony Lane

Compendio del pensiero cristiano nei secoli

Una "summa" del pensiero cristiano, dall'epoca dei Padri sin quasi ai giorni nostri, in un'ottica "evangelica". (28 agosto 2021)

________________________

Il Salone presenta: Albert Camus

In occasione del prossimo Salone Internazionale del Libro di Torino, Alessandro Piperno, Yasmina Melaouah, Annalena Benini, Leila El Houssi, Evelina Santangelo, Goffredo Fofi ci offrono delle riflessioni sull'opera e sul pensiero di Albert Camus. (16 agosto 2021)

________________________

Eva Cantarella

Secondo natura: la bisessualità nel mondo antico

Attraverso un accurato excursus nell'antichità greca e poi romana, con il passaggio fondamentale all'epoca cristiana, l'autrice ci spiega come il concetto di omosessualità si sia "evoluto" nel corso del tempo dal punto di vista etico, dei costumi sociali e giuridico. (9 agosto 2021)

________________________

Hans Küng

Cristianesimo

 

Il teologo svizzero, attraversando i paradigmi giudaico-cristiano-apocalittico, ellenistico-bizantino, cattolico-romano, riformato-protestante e illuministico-moderno, traccia una storia critica del cristianesimo provando anche prefigurare possibili nuove prospettive in relazione con le altre fedi religiose. (24 giugno 2021)

________________________

Marzia Coronati

Spiriti liberi

Quattro fedeli dalla vita spericolata

Le vite di Mario Alberto Rollier, Lidia Pöet, Giovanni Franzoni e Tullio Vinay. Nella fede hanno scoperto la loro libertà di "servire", la coerenza tra pensiero e azione, tra ciò che si dice e ciò che si fa. (7 giugno 2021)

________________________

Chiara Colombini

Anche i partigiani però...

La Resistenza è stato un movimento plurale con tante anime, ognuna con motivazioni e speranze diverse. Questo non impedì di portare a termine la "missione" di donare all'Italia la democrazia. Chi legge quei fatti, racchiusi principalmente nel periodo dall'8 settembre 1943 al 25 aprile 1945, senza tenere conto del contesto di violenza, del disastro umano e materiale generato e prodotto dal nazifascismo è sicuramente in malafede. (2 giugno 2021)

________________________

Jean-Marie Ploux

Dio non è quel che credi

Abbandonare la visione "religiosa" di Dio, che spesso si fonda sulle sue false rappresentazioni. Riconoscerci solo nel Suo amore che ci precede e procede accanto a noi. Solo così saremo in grado di riappropriarci della Sua bellezza e della nostra libertà. (23 aprile 2021) 

________________________

Lev Nikolaevic Tolstoj

La Confessione

Il racconto del passaggio tra le due vite di Tolstoj: quella prima della conversione e quella dopo. La ricerca del senso dell'esistere che dall'istinto del suicidio si trasforma nella gioia della vita ritrovata. (10 aprile 2021)

________________________

Riccardo Calimani

Non è facile essere ebreo. L'ebraismo spiegato ai non ebrei

Con parole semplici ci viene spiegato l'essenza dell'ebraismo, o meglio degli ebraismi. Si, perché l'ebraismo ha svariate sfaccettature che ruotano intorno ad un'identità comune ma in costante divenire. (16 marzo 2021) 

________________________ 

Friedrich Nietzsche

La gaia scienza e idilli di Messina

Un trattatello con il quale Nietzsche prosegue nel suo tentativo demolitorio dei "pregiudizi" del suo tempo muovendo dai pregiudizi del suo pensiero. (27 febbraio 2021)

________________________

Lev Tolstoj

Pensieri per ogni giorno - Un calendario di saggezza

Per ogni giorno dell'anno una o più pillole di saggezza, tratte dal Vangelo, dal Talmud, da Marco Aurelio, da Epitteto, dalla sapienza orientale. Un vero e proprio scrigno. (4 gennaio 2021)

 ________________________

Paolo De Benedetti

Quale Dio?

Dopo Auschwitz, dopo la Shoah, in quale Dio possiamo credere? E' questa la domanda che irrompe potente dalle righe di questo libro. (24 novembre 2020)

________________________

F.F. Bruce

Possiamo fidarci dei documenti del nuovo testamento?

Una carrellata documentaria che ci aiuta a comprendere la realtà e la sostanza su cui poggiano i materiali del Nuovo Testamento. (23 novembre 2020)

________________________

Lidia Maggi

L'evangelo delle donne - Figure femminili nel Nuovo Testamento

L'Evangelo è una buona notizia di liberazione per tutti e tutte. Gesù ha ribaltato alcuni stereotipi del suo tempo, tra questi quello della donna che doveva rimanere sottomessa all'uomo. In questo libro la teologa battista passa in rassegna alcune figure femminili protagoniste dei racconti evangelici. Purtroppo, il cammino da fare verso una reale emancipazione femminile anche in campo religioso è ancora lungo. (24 ottobre 2020)

________________________

Continua a leggere

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.